Come potare il pistacchio


Per la potatura di questo frutto "la Pistacia vera" si deve tenere conto dell’alternanza di produzione a cui la pianta è sottoposta.

La pianta di pistacchio produce i frutti più apprezzati in tutto il mondo fin dall’antichità.
Conosciuta per la produzione del suò frutto già prima di Cristo dagli Assiri e dagli antichi Greci.

I pistacchi sono una specie dioica - che presentano piante con soli fiori femminili e piante con soli fiori maschili- altamente longeva tanto che può vivere anche oltre i 300 anni!
L’albero è alto mediamente 4-5 metri ma può raggiungere e superare gli 8 metri.
Le foglie sono di colore verde, sono composte da 4-6 foglioline di forma ovale con la punta arrotondata.
Le foglie giovani sono leggermente pelose, mentre la pianta matura presenta foglie glabre grandi.
La funzione principale della foglia e quella di proteggere i pistacchi.
I frutti crescono in grappolo, e formano la drupe, formate dal mallo esterno sottile di colore verde-rossastro delicato che riveste il guscio legnoso, all’ interno del guscio si trova il seme, il pistacchio sgusciato che una volta essiccato con dei metodi naturali ho meccanici e destinato al consumo.

Come far crescere e allevare il pistacchio

La forma di allevamento più diffusa è il vaso libero, impalcato alto, a circa un metro da terra.
Questa procedura favorisce la potatura e agevola i trattamenti per uno sviluppo armonioso della pianta.

Nell’autunno ed inverno successivi alla messa a dimora, si esegue il taglio dei rametti laterali, cosi facendo si crea lo sviluppo di 4-5 gemme nella parte alta del fusto dell'albero.
Con la pianta a riposo, cimare i germogli che si sviluppano durante l’estate e nell’autunno-inverno successivi.
Non si deve mai dimenticare che potare il pistacchio, con questa procedura si avvia un processo che farà fruttificare la pianta sul legno di due anni.

Alla fine dell’inverno basterà un leggero diradamento della chioma, per eliminare i rami deperiti o eccessivamente secchi per favorire l’arieggiamento di una buona vegetazione.

L’annata di scarico della "Pistacia Vera"


Perla potatura del pistacchio si deve tenere conto anche dell’accentuato fenomeno dell’alternanza di produzione a cui il pistacchio è soggetto: per avere frutti ogni due anni, ma più consistenti, con la potatura verde che avviene nel mese di maggio giugno, si tolgono tutte le geme a frutto, questo per andare incontro all’annata di scarica.

Ed infine ricordiamo che la coltivazione, la raccolta e la produzione di questo fantastico frutto sono praticate a mano, da antiche famiglie brontesi che tramandano da padre in figlio queste tecniche.
Solo chi vive nella Città di Bronte può capire il durissimo lavoro faticoso, praticato su un terreno vulcanico insidioso e pericoloso.