Benvenuto su

DOSicily.com

Prodotti al Pistacchio di Bronte

PRODOTTI IN OFFERTA

Domenica, 29 Marzo 2015 00:00

Gelato alla crema di pistacchio

Gelato alla crema di pistacchio

 

Tempi di preparazione: 20 Minuti
Tempi di cottura: 5 Minuti
Pronto a: 25 Minuti

Ingredienti:

- 200 gr latte
- 200 gr panna fresca
- 100 gr crema di pistacchio

Preparazione:

In un boccale, mescolare insieme la panna con il latte, aggiungere la crema di pistacchio e frullare con il frullatore a immersione. Versare in gelatiera per 40 minuti.

Fonte autore:http://www.stefaniaprofumiesapori.it/

Pubblicato in Break
Domenica, 29 Marzo 2015 00:00

Gelato al pistacchio

Gelato al pistacchio

Ingredienti:

- 80/90 g pasta di pistacchio
- 330 g di latte fresco intero
- 1 tuorlo
- 90 g zucchero
- bacca di vaniglia

Preparazione:

Tappa 1: Accendete il forno a 160° e quando sarà arrivato a temperatura introducete i pistacchi
Lasciateli tostare da un minimo di 7 ad un massimo di 9 minuti , ed a metà cottura scuotete leggermente la teglia che li contiene.

Tappa 2: Ad una tostatura maggiore corrisponderà un sapore finale più deciso.
Toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare. 
A questo punto strofinandoli tra le mani dovrebbe venir via tutta la pelliccina che ricopre il pistacchio stesso. 
Ma questo non sempre accade.Procedo elimando tutta quella possibile senza andare troppo per il sottile.

Tappa 3: Se volte essere sicuri del risultato, prima della tostatura scottate i pistacchi in acqua bollente, rimuovete la pellicina che le riveste, lasciate asciugare completamente e poi infornate come sopra descritto.

Tappa 4: Con 80g di pistacchi tostati fate una pasta di pistacchio:
mettete i pistacchi in un robot e frullate, senza aggiungere altro, per circa 10 minuti. 
Inizialmente il prodotto si trasformerà in granella, successivamente l'olio comincerà a separarsi e pian piano diventerà una cremina.

Tappa 5: Bisogna solo aver pazienza e munirsi di un robot non molto grande, che deve lavorare quasi a pieno carico. 
Il comune frullatore non va bene, troppo grosso. 
Utilizzo un piccolo tritatutto, simile a questo .
La crema di pistacchio che otterrete non è molto raffinata come quella in commercio ma ugualmente buona.

Tappa 6: In un pentolino versate il latte, lo zucchero, il tuorlo ed i semini di mezza bacca di vaniglia. 
Iniziate a scaldare la preparazione sul fornello amalgamando il tutto con un mixer ad immersione.
Dovrà raggiungere una temperatura di circa 80°/90°, a questo punto il tuorlo, che funge anche da leggero addensante, sarà pastorizzato.

Tappa 7: Quindi, appena si formano le prime bollicine togliete via dal fuoco ed aggiungere anche la pasta di pistacchio
Emulsionate ancora una volta con il mixer ad immersione, fondamentale per l'omogenizzazione del gelato. 
Lasciate raffreddare e mettere il composto in una gelatiera.

Fonte autore:http://croce-delizia.blogspot.it/

Pubblicato in Break
Domenica, 29 Marzo 2015 00:00

Curiosità Pistacchio

Curiosità  Pistacchi

Il pistacchio è molto indicato per chi si mette a dieta; infatti contenendo una buona percentuale di fibre e proteine ed essendo molto nutriente, è in grado di calmare a lungo l'appetito permettendo così di mangiare meno durante il pasto che ne segue.

Un sinonimo di freschezza, quando si acquistano pistacchi, è dovuto al suo peso; se il pistacchio è pesante significa che è fresco. Infatti quando il pistacchio invecchia secca e perde peso.
Per quanto riguarda la conservazione i pistacchi si possono conservare fino a sei mesi, meglio se in un vaso chiuso ed in un luogo asciutto.
Strano ma vero, esiste una società, la Western Pistachio Association, che da tempo promuove le proprietà ed i benefici del pistacchio.

Da esperimenti condotti sui topi con olio di pistacchio, è stato dimostrato come quest'ultimo abbia un ruolo attivo nel combattere le infezioni.

In Cina il pistacchio viene anche chiamato " il seme felice ", mentre in Iran viene chiamato " il seme che sorride "; è uno dei due semi con guscio che vengono nominati nella Bibbia.

I semi del pistacchio maturano di norma alla fine dell'estate; la loro maturazione è "segnalata" dall'apertura parziale del guscio.

Uno degli usi più comuni del pistacchio è quello di inserirlo nell'impasto per la preparazione della mortadella.

La pianta del pistacchio fruttifica solo diversi anni dopo la sua messa a dimora.

Fonte:http://www.mr-loto.it/pistacchio.html

 

Primi piatti

Biscotti morbidi al pistacchio di Bronte

Zabaione light con melograno e pistacchio di Bronte

pistacchi di Bronte DOP

Panna Cotta ai Pistacchi di Bronte DOP

Granella di pistacchio

pistacchi

 

Pubblicato in Notizie

Pistacchi Verdi di Bronte


Il pistacchio prodotto in questa provincia siciliana presenta della caratteristiche che lo distinguono sia per la qualità, sia per la grandezza, dagli altri tipi di pistacchio prodotti nelle altre parti del mondo; il suo sapore quando fresco è estremamente gradevole, è un frutto molto pregiato che riscontra una grande approvazione anche all'estero dove viene esportato, soprattutto nei paesi europei e nel Giappone grazie alle sue notevoli dimensioni e all'intensa colorazione verde.

 

Le Calorie del Pistacchio

Tra tutta la frutta secca il pistacchio è quella che fornisce il maggior apporto calorico; infatti ogni 100 grammi di parte edibile si hanno 680 calorie rese

 

Fonte:http://www.mr-loto.it/pistacchio.html

Pubblicato in Notizie

Proprietà Curative e Benefici dei Pistacchi

Come tutta la frutta secca il pistacchio è in grado di favorire l'abbassamento della percentuale di colesterolo nel sangue riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari; infatti la maggior parte dei grassi contenuti nei pistacchi sono monoinsaturi, che a differenza dei grassi saturi contenuti nelle carni rosse, hanno effetti benefici sul fronte della riduzione del colesterolo "cattivo".

Grazie al suo contenuto di vitamina A, di ferro e di fosforo, il pistacchio è un alimento molto indicato come ricostituente del sistema nervoso e sempre grazie alle proprietà di molte sostanze contenute nel pistacchio, come ad esempio gli isoflavoni ed alcuni acidi organici, l'organismo umano, tramite l'assunzione di pistacchi, è in grado di rafforzare le proprie difese nei confronti degli attacchi dei tanto temuti radicali liberi.
Il pistacchio contiene polifenoli con proprietà antiossidanti ed è stato dimostrato, tramite sperimentazione, la sua capacità di lenire le infiammazioni, di combattere i batteri e i funghi.

Secondo le ultime ricerche condotte dalla American Association for Cancer Research Frontiers, pare che mangiare una ventina di pistacchi al giorno contribuirebbe a ridurre il rischio di insorgenza del tumore al polmone.

Fonte:http://www.mr-loto.it/pistacchio.html

Pubblicato in Notizie
Domenica, 29 Marzo 2015 00:00

Pistacchio di Bronte: Proprietà e Benefici

Pistacchio: Proprietà e Benefici

 

La pianta del pistacchio appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae, può raggiungere un'altezza che può superare i dieci metri ed è originaria del Medio Oriente; il suo nome scientifico è "Pistacia vera".

 

Il frutto del pistacchio è un frutto secco dal caratteristico colore verde ed è racchiuso in un guscio rigido dall'aspetto legnoso; in commercio si possono trovare freschi oppure tostati e si prestano, oltre ad essere consumati direttamente, per la preparazione di altri alimenti, tra cui i gelati.

 

I principali paesi produttori di pistacchi sono l'Iran, la California e la Turchia; in Italia viene coltivato con successo in Sicilia dove troviamo i rinomati pistacchi del Bronte, cittadina in provincia di Catania, dove hanno acquisito il marchio D.O.P. .

 

Composizione Chimica

I pistacchi sono costituiti per il 3,9% da acqua, per il 20% da proteine, 27% da carboidrati, 3% da ceneri, 10% da fibre, 27% da carboidrati, 7,60 da zuccheri e per l'1,5% da amido.
Discreta la presenza di minerali, tra cui annoveriamo: calcio, fosforo, potassio, ferro, zinco, magnesio, manganese, fluoro e rame.
Per quanto riguarda le vitamine troviamo la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, la vitamina C e la vitamina E.

Sul fronte degli aminoacidi l'arginina, l'acido aspartico e l'acido glutammico sono quelli presenti in maggior quantità, a seguire troviamo la fenilalanina, la serina e la valina.

Fonte:http://www.mr-loto.it/pistacchio.html

 

 

Pubblicato in Notizie

 

Lasagna bianca con pesto di pistacchi e scamorza

 

200 grammi di Pasta all'uovo, lasagne
500 milligrammi di Latte parzialmente scremato
50 grammi di Farina
30 grammi di Burro
1 presa di Noce moscata
1 pizzico di Sale
4 cucchiai da tavola di Pesto di pistacchi
50 grammi di Pistacchi, farina
150 grammi di Scamorza affumicata
2 cucchiai da tavola di Pecorino romano

Per prima cosa partiamo dalla besciamella. In un pentolino dai bordi alti mettiamo la farina e aggiungiamo un goccio di latte, mescoliamo con una frusta a mano in modo tale che la farina assorba tutto il latte, continuiamo aggiungendo pochissimo latte alla volta fino ad avere una pastella omogenea. Una volta che la farina si sarà ben amalgamata e non ci saranno più grumi aggiungiamo tutto il resto del latte.

Mettiamo il pentolino sul fuoco a fiamma molto bassa e, sempre rigirando con la frusta, portiamo a cottura la besciamella. Quando otterremo una crema morbida possiamo spegnere sotto il fuoco. Saliamo la nostra besciamella, aggiungiamo una noce di burro e una spolverata di noce moscata; amalgamiamo bene il tutto. Copriamo con pellicola trasparente e facciamola intiepidire.

Quando si sarà intiepidita, circa 10 minuti, togliamo la pellicola e aggiungiamo 4 cucchiai di pesto al pistacchio. Giriamo bene il tutto fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.

A questo punto procediamo con la lasagna. Prendiamo una pirofila rettangolare, stendiamo 2 cucchiai di besciamella al pistacchio in maniera omogenea su tutto il fondo della pirofila.

Sullo strato di besciamella creiamo uno strato con le sfoglie di pasta in modo tale da ricoprire tutta la superficie della pirofila. Se le sfoglie di pasta dovessero necessitare di una precottura sbollentiamole prima in acqua salata. Per essere sicuri della cottura delle lasagne leggiamo le istruzioni sulla confezione.

Sulla pasta stendiamo un nuovo strato di besciamella, adagiamo le fettine di scamorza affumicata e ricopriamo con una spolverata di farina di pistacchio.

Continuiamo in questo modo con altri strati fino ad esaurire gli ingredienti. L’ultimo strato dovrà terminare con la besciamella al pistacchio.

Spolveriamo generosamente il pecorino romano sulla besciamella e mettiamo in forno a 180 ° per circa 30′, ovviamente più la pirofila sarà grande più tempo occorrerà per cuocerla.

Quando sarà cotta e ben gratinata togliamola dal forno e facciamola intiepidire per almeno 10 minuti altrimenti si sfalderà tutta.

Fonte:http://worldrecipes.expo2015.org/it/ricetta-lasagna_bianca_con_pesto_di_pistacchi_e_scamorza_7458.html

Pubblicato in Primi Piatti

 Fusilli senza glutine ai cereali con bottarga e pesto mediterraneo

 

200 grammi di Pasta, senza glutine ai cereali
1presa di Olive nere, taggiasche
5 Pomodori secchi sott'olio
30 grammi di Bottarga
1 Finocchietto selvatico, mazzetto
1 tazzina da caffè di Olio extravergine d'oliva (EVO)

Pubblicato in Primi piatti

 

 

Torta al pistacchio senza farina

La torta al pistacchio senza farina è un dolce goloso realizzato con i pistacchi di Bronte, le mandorle, lo zucchero di canna e le uova. Dunque, la torta al pistacchio di Bronte è senza farina, senza lievito e senza grassi, come burro o olio! 

150 grammi di Mandorle, sgusciate
250 Grammi di Pistacchi di Bronte
130 grammi di Zucchero di canna
4 Uova
1 cucchiaio da tè di Zenzero macinato
1 pizzico di Sale
100 grammi di Cioccolato fondente

Ammollate le mandorle in acqua tiepida per mezz'ora. Asciugatele e raccoglietele nel mixer insieme a 200 g di pistacchi sgusciati di Bronte, allo zucchero di canna, sale e zenzero. Frullate bene fino a ottenere un composto omogeneo e simile a una farina.

Montate le uova con le fruste elettriche per qualche minuto, dovranno essere gonfie e spumose. Aggiungete la farina di pistacchi di Bronte e mandorle e mescolate delicatamente per amalgamare il tutto.

Versate l'impasto in uno stampo per plumcake o una teglia circolare di 22 cm rivestita di carta da forno e cuocete la torta al pistacchio di Bronte a 160 gradi per circa un'ora. Sfornatela e, al momento di servire, decorate con il cioccolato fuso e la granella di 50 g di pistacchi.

 

Ti invitiamo a visionare la nostra sezione ecommerce per aquistare i nostri prodotti in offerta

 

Pubblicato in Torte
Domenica, 08 Marzo 2015 00:00

Agnellotti al sugo

 Agnellotti al sugo

Per: 4 persone

Sostanzioso

categoria: primi

costo: medio

difficoltà: elaborata

tempo di preparazione: 135'

Pubblicato in Primi piatti
Pagina 20 di 20
Download Free Premium Joomla Templates • FREE High-quality Joomla! Designs BIGtheme.net

Su questo sito usiamo i cookies. Navigando accetti.