Benvenuto su

DOSicily.com

Prodotti al Pistacchio di Bronte

PRODOTTI IN OFFERTA

Martedì, 28 Luglio 2015 00:00

Torta di zucca con il pistacchio di Bronte

Torta di zucca con pistacchi di Bronte

Ingrediente:

- 2 kg di zucca
- 3 hg di ricotta fresca
- 4 uova
- 2 patate bollite medio/grandi una manciata di parmigiano grattugiato
- pepe
- 1 manciata abbondante di pistacchi preferibilmente di Bronte
- 6 cucchiai circa di pangrattatocipolla
- sedano e carota per il soffritto farina

Pubblicato in Torte
Domenica, 29 Marzo 2015 00:00

Curiosità Pistacchio

Curiosità  Pistacchi

Il pistacchio è molto indicato per chi si mette a dieta; infatti contenendo una buona percentuale di fibre e proteine ed essendo molto nutriente, è in grado di calmare a lungo l'appetito permettendo così di mangiare meno durante il pasto che ne segue.

Un sinonimo di freschezza, quando si acquistano pistacchi, è dovuto al suo peso; se il pistacchio è pesante significa che è fresco. Infatti quando il pistacchio invecchia secca e perde peso.
Per quanto riguarda la conservazione i pistacchi si possono conservare fino a sei mesi, meglio se in un vaso chiuso ed in un luogo asciutto.
Strano ma vero, esiste una società, la Western Pistachio Association, che da tempo promuove le proprietà ed i benefici del pistacchio.

Da esperimenti condotti sui topi con olio di pistacchio, è stato dimostrato come quest'ultimo abbia un ruolo attivo nel combattere le infezioni.

In Cina il pistacchio viene anche chiamato " il seme felice ", mentre in Iran viene chiamato " il seme che sorride "; è uno dei due semi con guscio che vengono nominati nella Bibbia.

I semi del pistacchio maturano di norma alla fine dell'estate; la loro maturazione è "segnalata" dall'apertura parziale del guscio.

Uno degli usi più comuni del pistacchio è quello di inserirlo nell'impasto per la preparazione della mortadella.

La pianta del pistacchio fruttifica solo diversi anni dopo la sua messa a dimora.

Fonte:http://www.mr-loto.it/pistacchio.html

 

Primi piatti

Biscotti morbidi al pistacchio di Bronte

Zabaione light con melograno e pistacchio di Bronte

pistacchi di Bronte DOP

Panna Cotta ai Pistacchi di Bronte DOP

Granella di pistacchio

pistacchi

 

Pubblicato in Notizie

 

Scaglie di cioccolato fondente con mandorle tostate, pistacchi e pepite di arancia candita

 

300 grammi di Cioccolato fondente al 70-85%
100 grammi di Mandorle, pelate
100 grammi di Pistacchi di Bronte, al naturale
100 grammi di Arancia candita

Spargete le mandorle su una teglia da forno in uno strato uniforme e tostatele per 12-15 minuti in forno preriscaldato a 150°C. Lasciatele raffreddare e tagliatele a metà.

Tagliate a dadini le scorzette di arancia candita.

Spezzettate il cioccolato e mettetelo in un pentolino. Ponete il pentolino in una pentola più grande contenente un po' d'acqua, in modo che l'acqua non tocchi il fondo del pentolino. Su fuoco minimo e prestando attenzione a che l'acqua non bolla e non entri nel pentolino, lasciate sciogliere completamente il cioccolato mescolando ogni tanto con una spatola di silicone, finché il cioccolato non sarà diventato cremoso. Togliete dal fuoco e versate il cioccolato su una leccarda rivestita di carta da forno, stendendolo sottilmente in un rettangolo.

Spargete le mandorle, i pistacchi e i dadini di arancia candita fino a ricoprire tutta la superficie del cioccolato e lasciatelo raffreddare. Una volta solidificato, tagliatelo a pezzi con un coltello.

Fonte:http://worldrecipes.expo2015.org/it/ricetta-scaglie_di_cioccolato_fondente_con_mandorle_tostate_pistacchi_e_pepite_di_arancia_candita_5142.html

Pubblicato in Break

 

Risotto con cavolo viola, pancetta e pistacchi

400 grammi di Riso Arborio
400 grammi di Cavolo rosso, o viola
50 grammi di Olio extravergine d'oliva (EVO)
30 grammi di Burro
1 litro di Brodo vegetale
100 grammi di Carote
100 grammi di Cipollotto fresco
50 grammi di Vino bianco
100 grammi di Pancetta (tesa)
2 grammi di Peperoncino in polvere
60 grammi di Parmigiano Reggiano
50 grammi di Pistacchi tostati 

Lavare il cavolo viola e tagliarlo a striscioline, molto sottili.

Porre il cavolo in una pentola con un pizzico di sale e 3 cucchiai d'acqua e lasciare appassire, a fuoco bassissimo, con il coperchio, sino a che si sarà cotto.

Io ho usato il brodo vegetale, preparato precedentemente con carote, cipolle, sedano, salvia e rosmarino.

Preparare il soffritto per il risotto con i cipollotti tritati fini, olio d'oliva e peperoncino.

Fare soffriggere, a fuoco bassissimo per 2 minuti, mescolando.

Aggiungere la carota tagliata a pezzetti e la pancetta.

Rosolare, a fuoco bassissimo per 3 minuti.

Aggiungere il riso e tostare.

Aggiungere il vino bianco e sfumare.

Cuocere il riso aggiungendo il brodo vegetale caldo e mescolare.

Quando sarà cotto aggiungere il cavolo viola stufato e mescolare.

Mantecare con una noce di burro, i pistacchi tritati e, a piacere, con formaggio grattugiato,

Servire caldo.

Fonte:http://worldrecipes.expo2015.org/it/ricetta-risotto_con_cavolo_viola_pancetta_e_pistacchi_6927.html

Pubblicato in Primi Piatti

Fiori di pasta al pistacchio con gamberi e stracchino

775 grammi di Farina, tipo 00
30 grammi di Pistacchi di Bronte, farina
6 Uova
50 grammi di Burro
1 bicchiere di Acqua
250 grammi di Gamberetti
500 grammi di Stracchino
1 cucchiaio da tavola di Olio extravergine d'oliva (EVO)
1 pizzico di Sale
1 Albume


Iniziamo preparando la pasta. Mescoliamo la farina 00 e la polvere di pistacchio. Aggiungiamo le uova intere, il sale e il burro fuso. Mescoliamo il tutto fino ad ottenere un panetto omogeneo.

Una volta ottenuto il panetto avvolgiamolo nella pellicola trasparente e mettiamolo in frigo a riposare per almeno 30 minuti.

Stendiamo la pasta con l'aiuto della sfogliatrice in lunghe strisce sottili.

Nel frattempo cuociamo i gamberetti in una padella antiaderente. Cuociamo a fiamma bassa e quando si saranno coloriti e ristretti alziamo la fiamma per far evaporare l’acqua. Mettiamoli da parte a raffreddare.

In un contenitore amalgamiamo lo stracchino con i gamberetti tagliati finemente al coltello, un filo d’olio e sale.

Mettiamo nella sac à poche il ripieno, adagiamo piccole quantità distanziate bene l’una dall’altra sulla prima sfoglia di pasta e sovrapponiamo un’altra sfoglia. Premiamo bene attorno al ripieno in modo tale da far fuoriuscire tutta l’aria e tagliamo con il coppa pasta a forma di fiore.

Fonte:http://worldrecipes.expo2015.org/it/ricetta-fiori_di_pasta_al_pistacchio_con_gamberi_e_stracchino_5482.html

Pubblicato in Primi Piatti
Download Free Premium Joomla Templates • FREE High-quality Joomla! Designs BIGtheme.net

Su questo sito usiamo i cookies. Navigando accetti.